martedì 5 gennaio 2016

Come integrare una stufa a pellet nella vostra casa. Il complemento d'arredo perfetto per riscaldare e risparmiare

Con l'arrivo del nuovo anno e dei veri e propri freddi invernali Arredamento Perfetto vuole darvi un consiglio d'arredo su come riscaldare la vostra casa risparmiando in termini economici, rispettando l'ambiente e senza rinunciare all'estetica.
L'ospite del primo guest post del 2016 ci darà alcuni consigli pratici per scegliere ed integrare una stufa a pellet nella nostra casa quale complemento d'arredo per riscaldare e risparmiare.

Il complemento d'arredo perfetto per riscaldare e risparmiare


Il mercato delle stufe a pellet sta conoscendo un notevole incremento negli ultimi anni. Con l'arrivo delle temperature più rigide, la decisione di utilizzare queste termostufe come fonti di riscaldamento domestico si diffonde sempre di più nell'immaginario comune ma soprattutto nelle nostre abitazioni. I vantaggi che le stufe a pellet sono in grado di offrire sono evidenti. Non parliamo solo di un risparmio economico dovuto ad un costo notevolmente basso del combustibile con cui si autoalimentano, ovvero il pellet, ma anche di una scelta ecologica da cui trae beneficio il pianeta e la nostra salute dal momento che questo biocombustibile rinnovabile, che si ottiene dagli scarti del legno pressurizzati e deumidificati, non produce fumi dannosi per l'uomo. Dunque un composto naturale che garantisce una resa calorica maggiore rispetto alle tradizionali stufe a legna e le cui ceneri possono avere una seconda vita tanto da essere riutilizzate come fertilizzanti o come detersivi naturali.
Tuttavia ciò di cui ci preme parlare in quest'articolo oltre alla convenienza che le stufe a pellet sono in grado di offrire in termini di riduzione dei costi e consumi domestici, è il modo con cui è possibile integrarle perfettamente con l'arredo di casa.


Come scegliere la stufa a pellet?

Una delle prime valutazioni da fare nel caso in cui si decida di acquistare una stufa a pellet è capire che tipo di ambiente vogliamo scaldare. In base alla superficie o al modo in cui è strutturata la vostra abitazione sarà necessario optare per una stufa con una maggiore o minore potenza. Il mondo delle termostufe si suddivide in tre principali categorie:
  • Stufe ad aria: il cui calore emanato dalla bocchetta centrale è in grado di riscaldare in poco tempo l'intera camera in cui si sono collocate
  • Stufe ad aria canalizzata: hanno il vantaggio di diffondere il calore anche nelle altre stanze della casa tramite un apposito sistema di tubi a parete e diffusori

    La stufa a pellet: il complemento d'arredo per riscaldare e risparmiare
  • Stufe a pellet idro: seppure siano le più costose sono anche le più efficienti poiché è possibile collegarle ai radiatori di casa e riscaldare l'intera abitazione. Inoltre tramite l'acquisto di uno specifico kit sanitario possono produrre acqua calda sanitaria.

In quale stanza posizionarle?

 

Sprigionando un calore notevole, è molto importante scegliere con cura la stanza in cui posizionarle. Sicuramente sarebbe preferibile evitare il contatto con un pavimento in legno che possa essere soggetto a danni e bruciature. Per godere al massimo del suo rendimento può essere utile posizionarla in una zona strategica della casa, da cui sia possibile diffondere il calore in tutte le altre stanze. Inoltre essendo un complemento d'arredo esteticamente gradevole ed elegante, possono essere tranquillamente disposte nelle camere della zona giorno che sono maggiormente frequentate, dunque cucina e soggiorno.

Il luogo perfetto per posizionare la stufa a pellet

Se si tratta di stufe ad aria canalizzata è molto importante considerare anche la corretta istallazione della canna fumaria, così come la necessità di creare un sistema di tubazione che consenta alla stufa di prendere aria dall'esterno e diffondere il calore nel resto della casa. Nel caso in cui già si dispone di un una canna fumaria, sarà necessario adattarla al nuovo impianto acquistato. Sarà fondamentale utilizzare tubi di alta qualità per evitare spiacevoli incendi e garantire un tiraggio dell'aria maggiore.
La potenza della stufa può variare a seconda del grado di isolamento della casa: se la casa è ben isolata non sarà necessario scegliere una stufa con una potenza elevata. Naturalmente questa sarà ben correlata anche al volume della casa, per cui più grande sarà l'ambiente da riscaldare maggiore dovrà essere la sua potenza nominale.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Le stufe a pellet oltre ad essere un ottimo sistema di riscaldamento, sono anche un elemento d’arredo. Potrete pertanto sbizzarrirvi ad abbinare la stufa allo stile della vostra casa scegliendo tra una vasta gamma di modelli, colori e materiali differenti come nel caso delle stufe in ceramica o maiolica proposte da Gruppo San Marco.
Per cui se volete riscaldare la vostra casa con gusto e allo stesso risparmiare sui costi di elettricità e gas, queste innovative forme di riscaldamento sono sicuramente un ottimo compromesso.


Arredamento Perfetto ringrazia l'ospite di oggi per la sua partecipazione e i suoi preziosi consigli e ti ricorda di consultare la pagina dedicata al guest post se anche tu vuoi  essere ospite del blog, dove troverai anche l'elenco aggiornato degli ospiti.

2 commenti:

  1. Ciao Rosalia,
    L'articolo è interessante, anche se, qualche tempo fa, non ricordo dove (forse altro consumo, ma non ne sono sicura) ne avevo letto un altro che spiegava perché le stufe al pellet sono una mezza fregatura. Mi pare che evidenziasse come, in termini economici, sebbene all'apparenza non sembrasse così, non ci fosse proprio nessun vantaggio economico a comprare una stufa al Pellet. Ti parlo comunque di qualche anno fa, quindi la situazione sarà sicuramente migliorata, però mi aveva colpita. Devo vedere se l ritrovo....
    Comunque in casa mia per ora non c'è posto per la stufa, vedremo in futuro.
    Un abbraccio :)

    Poiana

    RispondiElimina
  2. Ciao Lia!! Finalmente torno anche da te! Ma che bello! Hai cambiato look al blog, complimenti! Beh... le stufe a pellet sono uno degli "amori" di mio marito... chissà che un giorno non si realizzi il suo sogno di averne una! Post utilissimo come sempre ♥ Un abbraccione grande!

    RispondiElimina

La tua opinione è importante e può aiutare altri lettori del blog ad approfondire gli argomenti trattati. Lascia un tuo commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...