mercoledì 18 febbraio 2015

Come scegliere una cucina a composizione fissa

Come puoi leggere nell'header del blog, Consigli d'arredo è il blog dove trovare utili consigli e idee per migliorare, rinnovare e reinventare l'arredamento della casa in maniera semplice ed economica senza rinunciare alla qualità ed al design.

Il tema di oggi punta l'attenzione all'aspetto economico delle cucine a composizione fissa. Non ti dirò quale cucina devi comprare, ma ti insegnerò come scegliere la cucina a composizione fissa con il miglior rapporto qualità prezzo.


Cos'è la cucina a composizione fissa


Le cucine a composizione fissa sono cucine, complete di elettrodomestici, le cui dimensioni, elementi e composizione sono stabiliti dalla casa produttrice e non possono essere modificati in alcun modo.
In gergo si dice che sono cucine pallettizzate.
Le cucine a schema fisso sono cucine economiche, ma non sempre al costo ridotto corrisponde una bassa qualità. Infatti la qualità della cucina pallettizzata dipende dall'azienda produttrice.

Come scegliere una cucina a composizione fissa


I produttori di cucine a composizione fissa


Le cucine a composizione fissa sono per lo più prodotte da aziende medio-basse e medio-alte.
Per ovvi motivi, le aziende di fascia alta non producono cucine pallettizzate.

In genere le aziende medio-alte hanno due o tre linee di produzione e dedicano la terza linea alle cucine a composizione fissa. Per ogni linea di produzione, la cucina ha un marchio differente, anche se prodotte nello stesso stabilimento.

Prima linea di produzione: é la fascia più alta; sono proposti parecchi modelli di cucine spaziando dal classico al moderno offrendo soluzioni anche per il living; per ogni modello si può scegliere una vasta gamma di colori e finiture; gli accessori e la ferramenta sono tutti di buona o alta qualità; ampia possibilità di composizione personalizzata.

Seconda linea di produzione: è la linea di fascia media; pochi modelli di cucine con colori e finiture limitate; pochi accessori; ferramenta buona, ma non di alta qualità; buona possibilità di personalizzare la composizione della cucina, ma elementi compositivi piuttosto limitati.

Terza linea linea di produzione: il produttore fa riferimento alla linea di fascia media e realizza le cucine a composizione fissa; gli accessori e la ferramenta sono di fascia media e molto limitati; in genere sono proposti pochi modelli, ma piuttosto accattivanti.
Il vantaggio di scegliere una cucina a composizione fissa di terza linea è quello di poter aggiungere elementi compositivi nuovi (scelti da quelli della seconda linea) allo schema base. Ricordiamoci,  però che, modificando la composizione, top e zoccolo della composizione a schema fisso non andranno più bene e poiché non si possono fare sostituzioni, ma aggiunte, questi due elementi dovranno essere riacquistati.

Diverso è il discorso per le aziende medio-basse.
Esse puntano pricipalmente sulla produzione massiva di cucine a composizione fissa.
Per soddisfare le esigenze progettuali dei potenziali acquirenti, le aziende, per ogni modello, propongono fino a cinque composizioni fisse tra lineari e angolari.
La qualità non è male: lo spessore dell'anta in genere è 1,2 cm, la ferramenta è quella base, niente ammortizzatori e pistoncini di fine corsa, le maniglie sono in plastica, lo zoccolo solo in pvc. Gli accessori e la ferramenta base, però, si possono sostiutire con quelli di buona qualità con una piccola maggiorazione di prezzo.


Come scegliere una cucina a composizione fissa


Come abbiamo visto le cucine definite "a composizione fissa", sebbene abbiano un costo molto più basso rispetto alle cucine da progettare, se scelte di fascia medio-alta (o anche medio-bassa purché si apportino le adeguate sostituzioni degli accessori) sono di buona qualità.
Il prezzo di una buona cucina a composizione fissa varia da euro 1.400/1.800 (per una composizione lunga metri 2,55/3,15) a euro 3.900 (per composizioni lunghe metri 3,60 oppure angolari o con pensili alti).
Un aspetto importante prima di acquistare la cucina a composizione fissa è quella di effettuare il rilievo della misura dello scarico, perché se esso non corrisponde alla posizione del lavello della cucina, non potrete procedere all'acquisto.


Cosa ne pensi delle cucine a composizione fissa?
Ne hai mai comprata una?
Mi dai la tua opinione?


Nessun commento:

Posta un commento

La tua opinione è importante e può aiutare altri lettori del blog ad approfondire gli argomenti trattati. Lascia un tuo commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...