mercoledì 17 dicembre 2014

Come scegliere il pensile giusto

Dopo le altezze degli elementi che costituiscono la base della cucina, un'altra dimensione da tenere in considerazione per avere una cucina comoda ed ergonomica è l'altezza del pensile.

Per una cucina di altezza midi, 220 cm, l'altezza del pensile é 72 cm (esistono anche altre altezze, ma in questo momento consideriamo una composiszione con altezze standard)
In una cucina midi il pensile si può scegliere con:
  • anta battente
  • anta vasistas
  • anta a vela
  • anta a mazzola 
  • anta a libro

L'anta battente


L'altezza standard è 72 cm, sebbene esistano altre misure (60 cm, 48 cm, 36 cm).
E' l'anta più usata nelle cucine sia per comodità che funzionalità. Può avere apertura a destra o a sinistra. Aprendo l'anta abbiamo ben visibili entrambi i ripiani del pensile.


L'anta vasistas


E' alta 36 cm (esistono anche altre altezze, sebbene limitate, ma non rappresenta lo standard) e si apre dal basso verso l'alto. Per coprire l'altezza di 72 cm nelle composizioni soprattutto moderne si è soliti sovrapporne due. Ciò implica una certa difficoltà a chiudere l'anta del secondo vasistas, in quanto bisogna essere piuttosto alti per stendere il braccio fino ad un'altezza vicina ai 220 cm. In questo caso ogni anta rende visibile un solo ripiano.


L'anta a vela


apertura anta a vela
Può essere alta 36 cm, 48 cm o 60 cm, secondo i modelli di cucina. L'apertura si effettua prima tirando l'anta verso di sé e poi verso l'alto. Anche in questo caso occorre tenere presente l'altezza che raggiunge l'anta quando è aperta. L'anta infatti non si allinea con il cappello del pensile, come nel vasistas, ma rimane leggermente spiovente; quindi è da preferire per le persone non molto alte e che non vogliono rinunciare al design.



L'anta a mazzola


apertura anta a mazzolaE' alta 72 cm ed esteticamente si presenta come un pensile a doppio vasistas. La differenza con quest'ultimo la fa il meccanismo di apertura che permette di sollevare le due ante contemporaneamente verso l'alto, senza raggiungere l'altezza finale di 220 cm.
In questo caso l'apertura contemporanea delle ante rende visibile entrambi i ripiani del pensile.



L'anta a libro


apertura anta a libroSebbene viene spesso confusa con quella a mazzola, essa si utilizza principalmente per facilitare l'apertura e l'accesso al pensile angolare. In pratica, il pensile angolare, invece di avere due ante che si aprono rispettivamente a destra e a sinistra, ha due ante unite tra loro da un sistema di cerniere che consentono l'apertura nello stesso verso. Alcune aziende utilizzano l'apertura a libro per pensili larghi oltre i 90 cm, aggiungendo al sistema di cerniere delle guide di scorrimento orizzontali per le ante.



Qual è l'anta che scegliere per la tua cucina?

3 commenti:

  1. A me piace l'anta vasistas, sono alta quindi non ho problemi di altezza. Esteticamente mi piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' l'anta più apprezzata! Poi se si è alti, come penso hai avuto modo di constatare, non ci sono problemi. Una buona alternativa potrebbe essere l'anta a mazzola che esteticamente si presenta come l'anta vasistas, puoi fare aggiungere anche la maniglia nell'anta superiore, ma ti dà la possibilità di usufruire dei due vani interni nello stesso tempo. E' comoda per lo scalapiatti per avere due griglie invece che una. Che ne pensi?

      Elimina
    2. Si sono perfettamente d'accordo! Non avevo fatto caso che la vasistas ha un vano solo!

      Elimina

La tua opinione è importante e può aiutare altri lettori del blog ad approfondire gli argomenti trattati. Lascia un tuo commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...