lunedì 19 maggio 2014

Il pavimento in cemento

Il pavimento in cemento rappresenta la soluzione ottiminale per stile, resistenza, durata e costi.
E' personalizzabile, economico, di facile pulizia e non necessita particolare manutenzione.

Nel post dedicato alla scelta dei pavimenti ho accennato all'importanza che essi rivestono nell'arredamento, considerando che, insieme alle pareti, costituiscono l'impalcatura delle nostre stanze e che, quindi, non sono assolutamente da sottovalutare.

Arredare non vuol dire solamente "scelta del mobile", ma, e soprattutto, scelta dei pavimenti e delle pareti. La scelta giusta di questi due componenti essenziali della stanza può valorizzare un mobile di poco valore estetico o svalutare uno starodinario mobile di design.

Sempre nello stesso articolo,  tra i tanti tipi di pavimento, ho accennato a quello in cemento.
Ebbene, oggi vi voglio parlare proprio del pavimento in cemento che apparentemente sembrerebbe non avere nulla di pregiato e di design, ma che a posa ultimata vi lascerà stupiti per resistenza, funzionalità, praticità e stile.

Realizzazione del pavimento in cemento


Come dice il nome, il materiale utilizzato è il cemento che di suo è un materiale duro, resistente e traspirante, ma anche poroso, motivo per cui ad esso, per una buona e duratura pavimentazione, si aggiungono indurenti per renderlo resistente agli agenti chimici e meccanici, ma anche per fissare il colore.
Non presenta fughe perché viene distribuito uniformemente come un normalissimo battuto di cemento: non esistono lastre tipo marmo da tagliare o quadrature come le piastrelle.
Lo spessore varia da 1 a 3 millimetri in funzione del supporto per la messa in opera: se su massetto o su piastrelle esistenti.
Per le diverse colorazioni si utilizzano vernici poliuretaniche, acriliche o reazioni acide.
Per ottenere effetti di grande pregio si può ricorrere alla spatolatura, alla levigatura, alla lucidatura, alla vetrificatura. Queste operazioni vengono effettuate manualmente quindi le colorazioni e le sfumature sono sempre uniche.
Con tali trattamenti un comunissimo manufatto, come il cemento, diventa un pavimento di grande impatto stilistico.

pavimento in cemento

Il pavimento in cemento spatolato e nuvolato

Questo pavimento va bene per ogno tipo di ambiente, dal rustico al metropolitano: è la tinta a fare la differenza.
Il pavimento diventa una vera e propria opera d'arte perchè il posatore sfrutta la propria professionalità e bravura per realizzare la spatolatura al pari di un applicazione in stucco veneziano. La finitura può essere opaca o lucida.


La lucidatura del pavimento in cemento spatolato e nuvolato

Per la lucidatura è preferibile l'uso di cere o di resine poliuretaniche.
Entrambi lasciano traspirare il pavimento creando un ambiente salubre e non tendono ad ingiallire nel tempo come le resine epossidiche.
pavimento in cementoCome tutti i pavimenti lucidi, anche il pavimento in cemento spatolato, è soggetto a graffi. Più pratico è il pavimento opaco o semilucido. La spatolatura, in caso di graffi o invecchiamento, consente un intervento più facile e veloce di ripristino.


La pulizia del pavimento in cemento spatolato e nuvolato

pavimento in cementoPer non aggredire le cere o le resine utilizzate per la lucidatura è preferibile l'uso di detergenti neutri.



pavimento in cemento

Il pavimento in cemento effetto marmo e metallo

Questo tipo di pavimento va bene per ambienti classicie e moderni.
Anche in questo caso il risultato finale del pavimento dipende esclusivamente dall'opera del posatore.
pavimento in cementoOvviamente sono pavimenti estremamente lucidi e quindi necessitano di particolare attenzione, ma sono comunque resistenti e durevoli nel tempo. 


pavimento in cemento












Nessun commento:

Posta un commento

La tua opinione è importante e può aiutare altri lettori del blog ad approfondire gli argomenti trattati. Lascia un tuo commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...