venerdì 12 gennaio 2018

Arredamento bagno: come ottenere il Bonus Ristrutturazione 2018?

In approvazione prima di Natale, è stato riconfermato per tutto il 2018 il bonus ristrutturazione edilizia, scopri quali sono i requisiti e come ottenerlo.

Come acedere al bonus ristrutturazione 2018 per ristrutturare casa o sostituire l'arredo bagno

Il bonus ristrutturazione è stato riconfermato anche per tutto il 2018 con l'inserimento in Manovra di alcune regole nuove, ma la vera novità è dal primo gennaio fino al 31 dicembre 2018 sarà possibile usufruire del bonus a fronte di lavori di ristrutturazione effettuati nel 2017 con gli stessi requisiti e modalità concordate nell'anno precedente.

Molti sono stati i cambiamenti e tra quelli più significativi, si può vedere l'inserimento in Manovre di una nuova agevolazione fiscale che mira alla riqualificazione del verde urbano.
Il Bonus Verde o Verde Urbano, concerne una nuova detrazione pari al 36% delle spese sostenute per la bonifica del verde di giardini, terrazzi e balconi privati o condominiali per un massimo di spesa pari a 5.000 euro.

Ma come funziona il Bonus Ristrutturazione?

Il bonus ristrutturazione permette di applicare una detrazione del 50% delle spese sostenute per un massimo di 96.000 euro suddividendo l'importo in 10 aliquote annuali.

Il contribuente interessato, deve effettuare il pagamento di tutte le spese sostenute tramite bonifico bancario parlante, riportando l'apposita dicitura. Una volta presentati tutti i documenti richiesti dall'Agenzia delle Entrate, viene applicata la detrazione spettante.

La prima quota detraibile è dichiarativo dell'anno successivo, per cui se le spese sono state effettuate nel 2018, la prima quota deve essere fruita a partire dalla dichiarazione dei redditi 2019 fino a quella del 2030.

Il 2018 ormai è iniziato da qualche giorno e s e state pensando di ristrutturare casa modificando o sostituendo il toto l'arredamento bagno è bene affrettarsi per poter richiedere e quindi usufruire di questa agevolazione.

 

lunedì 11 dicembre 2017

Mobili bagno blocco unico o interamente personalizzato?

Per rendere un bagno davvero unico, personalizzalo scegliendo al posto di un unico mobile più pezzi singoli e di colori diversi.


Mobili bagno da accostare per arredare il proprio bagno secondo le proprie esigenze e il proprio budget

Se la vostra sala relax ha delle dimensioni non comuni oppure se volete fare qualcosa di molto personale con tanti colori e mobili bagno davvero particolari, provate a creare composizioni monoblocco. Accostate pezzi singoli, ovviamente più pezzi vengono usati più il risultato sarà gradevole. Tutto dipende molto dal budget a disposizione, dalle dimensioni della stanza, ma soprattutto dalla vostra fantasia!

Il vantaggio delle composizioni complete è quello di trovare tutto già pronto, poiché vengono venduti già finiti con ripiani, una zona per ospitare il lavabo, specchio e tante ante per contenere i prodotti utili al bagno. I mobili bagno componibili invece sono da personalizzare secondo le esigenze di ciascuno della famiglia.

Tenendo conto che questi mobili bagno sono soluzioni studiate ad hoc per ogni sala benessere, cercate di sfruttare tutte le pareti del bagno nel migliore dei modi; dividete i vari blocchi e acquistatene di varie dimensioni e di vari colori. Sono combinazioni libere che diranno molto dellepersone che abitano la casa.

Gli aspetti positivi che si ottengono utilizzando questo tipo di arredamento sono molteplici e una è anche quella che non essendo combinazioni fisse, ma libere, è possibile arredare un pezzo alla volta aggiungendo e sostituendo elementi nel tempo anche secondo le proprie necessità.

mercoledì 15 novembre 2017

Tappeti fatti a mano: un bene prezioso da tramandare alle generazioni future

Nell'interior design l'attenzione al dettaglio è fondamentale. Ogni intervento è pensato in funzione del progetto globale ed ogni elemento è scelto con scrupolosa meticolosità.
I tappeti come il resto degli arredi devono essere scelti con attenzione non solo al design, ma anche alla qualità e all'impatto sociale.

I tappeti di pietra dell'India realizzati con la pregiata lana della Nuova Zelanda

Parlare di design e qualità nella scelta dei tappeti per la propria abitazione sembra essere un'ovvietà, ma sentire la frase "impatto sociale" sembra essere una stranezza.

Per capire meglio cosa significa "impatto sociale" parlando di tappeti, è necessario conoscere le caratteristiche che deve avere un tappeto per essere definito di qualità.

giovedì 9 novembre 2017

Tante idee regalo per il tuo bagno

Se siete in cerca di un regalo originale per la ristrutturazione della casa dei vostri amici, parenti o semplicemente conoscenti, ti possiamo fornire tante idee utili per fare una bella figura e non  passare inosservato!

Se ricevete un invito da una coppia che si è appena traferita in una casa nuova, o semplicemente ha deciso di effettuare una ristrutturazione bagno, il regalo più gradito e azzeccato potrebbe essere qualcosa che ha a che fare con il bagno e i mobili bagno.

Set asciugamani colorati

Portare un piccolo presente per arricchire la stanza è un'ottima soluzione perché con pochi euro si può fare una bellissima figura e il padrone di casa ha l'opportunità di cambiare look alla stanza con nuovi accessori. Per andare sul sicuro scegliere profumatori per ambienti con bastoncini di legno oppure candele dalle fragranze delicate, conferiranno alla stanza un'aria sofisticata e diffonderanno un aroma piacevole in tutta la casa.

lunedì 6 novembre 2017

Carta da parati: il miglior alleato per un design d'interni unico ed accattivante

Un classico sempre attuale che rende ogni ambiente unico, particolare e accattivante: stiamo parlando delle carte da parati.

Carta da parati che riproduce le piastrelle in 3D è ideale per cucina e bagno


Le carte da parati: dagli anni '70 ad oggi


Le carte da parati hanno visto il loro boom negli anni '70 e sono state utilizzate per un lungo decennio come la migliore soluzione decorativa per le pareti di casa.

Già negli anni '80 le carte da parati sono state surclassate dalle pitture decorative. Pareti dal design più moderno e contemporaneo venivano semplicemente colorate con ducotone; gli ambienti più particolari e di stile retrò vedevano l'utilizzo dello spatolato, come lo stucco veneziano; per una via di mezzo tra il classico ed il moderno vedeva la luce la velanuta.

Nonostante tutte queste varianti, tecniche utilizzate e colori, gli ambienti restavano anonimi e tendevano ad una certa omogeneità di stile: la casa non parlava dei suoi abitanti, ma era semplicemente una casa!

La tendenza a personalizzare l'ambiente in cui si vive è una necessità e quindi stanchi di quell'anonimato, si è cominciati a cercare soluzioni che rendessero ogni ambiente esclusivo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...